Sono 97 i decessi nelle ultime ventiquattro ore in Italia per il Coronavirus. A riferirlo è stato Angelo Borrelli, capo della Protezione civile e commissario per l’emergenza, durante il punto stampa delle 18 nella sede romana dell’Ente. Il totale delle vittime per Covid-19 sale quindi a 463 e, come spiegato dallo stesso Borrelli, si tratta in larga parte di “persone fragili con patologie pregresse”.

Crescono per fortuna anche i guariti, 107 solo nella giornata odierna, mentre dall’inizio della crisi sanitaria sono 724. Sono invece 7985 i casi positivi totale di Coronavirus in Italia, 1598 in più rispetto alla giornata di domenica. Il numero di persone contagiate sono in totale 9172.

I pazienti ricoverati in strutture ospedaliere con sintomi sono 4316, di cui 733 in terapia intensiva. Sono invece 2936 le persone in isolamento domiciliare in tutta Italia. Quanto al numero dei tamponi effettuati, sono 53826.

“Per i decessi l’1% è nella fascia di età 50-59, il 10% 60-69 anni, 21% tra 70-79, 44% 80-89 anni, 14% ultra 90enni. Per i decessi perlopiù sono persone fragili con pluripatologie pregresse”, ha spiegato Borrelli. Il commissario per l’emergenza ha aggiunto inoltre che, per fronteggiare l’epidemia, è avvenuta la “consegna di oltre un milione di mascherine”.

L’EMERGENZA IN LOMBARDIA – I positivi al coronavirus in Lombardia sono in tutto 5.469, ovvero 1.280 più di domenica. I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.802 (585 più di domenica), 440 in terapia intensiva (+41), mentre i dimessi sono stati 646 ed è salito a 333 il numero dei decessi. Lo fa sapere l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.