Una giornata campale per l’emergenza Coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore, come riferito nella consuete conferenza stampa da Angelo Borrelli, capo della Protezione civile e commissario per l’emergenza, sono stati ben 133 i decessi per Covid-19, raggiungendo quindi un totale dall’inizio dell’epidemia di 366 vittime. 

Il numero di pazienti positivi sale invece a 6387, con 1326 nuovi contagiati accertati nell’ultimo giorno. Dei cittadini malati sono 2180 qeuelli in isolamento domiciliare, 650 invece in terapia intensiva nei vari ospedali. Tredici pazienti lombardi sono stati trasferiti dalla Lombardia ai nosocomio delle vicine regioni.

Sale per fortuna anche il numero totale dei guariti, 33 oggi e ormai 622 dall’inizio dell’emergenza.

Tra i decessi registrati oggi, ha riferito Borrelli, “113 sono avvenuti in Lombardia, 8 in Emilia Romagna, 1 nelle Marche, 5 in Veneto, 2 in Liguria, 2 nel Lazio, 1 in Puglia e 1 in Friuli Venezia Giulia”. Nella fascia 0-49 anni è stato registrato un decesso, 1 nella fascia 50-59, 14 nella fascia 60-69, 39 nella fascia 70-79, 60 in quella 80-89. Diciotto persone decedute avevano più di 90 anni.

L’EMERGENZA IN LOMBARDIA – Come evidenziato dall’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera, il contagio ha raggiunto numero allarmanti: è salito a 4189 il numero di casi positivi al Covid-19, più di 769 rispetto a ieri. Mentre i decessi hanno raggiunto il numero di 267 con un incremento di 123 persone. I pazienti ricoverati sono 2217, di cui 399 in terapia intensiva: 40 in più rispetto a ieri. I dimessi hanno raggiunto invece quota 550.