Scuole, college e asili nido chiudono in Inghilterra da venerdì “fino a nuovo avviso”. Il premier Boris Johnson inverte la rotta nel tentativo di frenare la diffusione del Coronavirus, con l’unica eccezione per i bambini figli di lavoratori che ricoprono ruoli “chiave” e bambini vulnerabili.

Sospesi anche gli esami finali per la scuola superiore e quelli di preparazione per l’università che non si terranno a maggio e giugno anche se Johnson ha assicurato che gli studenti otterranno ugualmente le certificazioni, sebbene senza spiegare in che modo.

L’annuncio è arrivato quasi contemporaneamente da Downing street, durante una conferenza stampa, e dal ministro dell’Istruzione Gavin Williamson in audizione alla Camera dei Comuni.

“Il picco del virus  – ha dichiarato il ministro inglese – sta avvenendo a un ritmo più veloce del previsto ed è giusto prendere queste misure per alleviare la pressione sul sistema sanitario”.