Resta stabile il numero dei nuovi contagi da Coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore ne sono stati segnalati 652 contro i 642 di ieri, con un numero di tamponi ancora molto alto: superiore alle 75mila unità.  Lo si legge nel nuovo tabellino della Protezione civile, che mostra come il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 228.658, con un incremento rispetto a ieri di 652 nuovi casi.

Si abbassa il numero dei decessi, 130 nelle ultime 24 ore per un totale che tocca quota 32.616 (ieri erano 156). Oltre 2mila i guariti con 1.638 persone malate in meno rispetto a ieri. Gli attualmente positivi in Italia sono 59.322 con una decrescita di 1.638 assistiti rispetto a ieri: con la discesa sotto quota 60mila si ritorna a dati del 26 marzo scorso.

In calo anche i ricoverati in terapia intensiva: sono 595, 45 in meno nelle ultime 24 ore. Sono invece 8.957 le persone ricoverate con sintomi, con un decremento di 312 pazienti rispetto a ieri. L’84% degli attualmente positivi, pari a 49.770 persone, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 25.933 in Lombardia, 8.452 in Piemonte, 4.730 in Emilia-Romagna, 3.023 in Veneto, 1.786 in Toscana, 1.908 in Liguria, 3.635 nel Lazio, 1.768 nelle Marche, 1.292 in Campania, 1.838 in Puglia, 607 nella Provincia autonoma di Trento, 1.519 in Sicilia, 485 in Friuli Venezia Giulia, 1.179 in Abruzzo, 224 nella Provincia autonoma di Bolzano, 59 in Umbria, 306 in Sardegna, 43 in Valle d’Aosta, 302 in Calabria, 184 in Molise e 49 in Basilicata.

In calo i contagi in Lombardia, che resta la regione più colpita: ne sono stati segnalati 293 (ieri erano stati 316), mentre sono 57 i decessi nella regione nelle ultime 24 ore. Sono invece 9 le Regioni e le Province autonome che non registrano decessi:  Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia, Valle d’Aosta, Umbria, Molise, Provincia di Trento e Provincia di Bolzano.