Cala la curva dei contagi in Italia. Per la prima volta da inizio luglio infatti i nuovi casi positivi al Coronavirus segnano un decremento rispetto alle settimane precedenti, con la media giornaliera di nuovi positivi di 6.200 casi, mentre i ricoveri sono in aumento ma ad un ritmo che non desta ancora allarme per quanto riguarda l’occupazione di terapie intensive e degenze in ospedale.

Quanto ai dati odierni diffusi dal Ministero della Salute nel consueto bollettino, i nuovi casi sono stati 5.923, in calo rispetto ai 7.470 di sabato, mentre sono ormai 4.484.613 il numero di persone che hanno contratto il virus da inizio epidemia, compresi guariti e morti.

Numeri che scendono anche per il calo dei tamponi: nelle ultime 24 ore ne sono stati processati 175.539, circa 80mila in meno rispetto a ieri, quando erano stati 255.218. Ne deriva che il tasso di positività risale al 3,3% dal 2,9 di sabato.

 

I decessi odierni sono in calo, passando dai 45 di ieri ai 23 di oggi, per un totale di 128.751 vittime del Covid-19 da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.220.924, in aumento di 4.382 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi sono 134.938.

Sono 472 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 33. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.767, rispetto a ieri sono 34 in più.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.