Un post che sul web in molti hanno apostrofato come “razzista” e “sessista”. È quello condiviso su Facebook dal segretario della Lega di Cremona Pietro Burgazzi. Il consigliere comunale del partito di Matteo Salvini ha infatti pubblicato una foto delle ‘Sardine nere’, un gruppo sceso in piazza per difendere i diritti degli immigrati.

Burgazzi nel condividere la loro foto lo scorso 7 dicembre ha scritto “Quando non battono, nuotano”. Subissato di commenti negativi, il consigliere della Lega dopo poche ore ha cancellato il post, con gli screenshot ormai già diffusi in rete.

Forte la reazione del sindaco Pd di Cremona, Gianluca Galimberti, che ieri aveva partecipato assieme ad altri 600 sindaci alla manifestazione a Milano affianco a Liliana Segre contro l’odio social. “Nel merito delle affermazioni riesce nell’intento di essere gravemente offensivo verso tre categorie: le donne, gli immigrati e gli attivisti del movimento politico delle Sardine. Mi aspetto che si dissocino gli altri esponenti della Lega e le altre forze di centrodestra – ha scritto Galimberti – Dietro a questo commento c’è violenza, c’è brutalità, c’è volgarità, ci sono stereotipi. C’è anche la volontà di ferire senza conoscere. A prescindere. Trovo grave che una persona, chiunque sia, possa scrivere così. Trovo gravissimo che lo faccia un uomo delle istituzioni”.