La Campania è a “contagio zero” perché “abbiamo concluso i controlli relativi a questi piccoli focolai”. Lo annuncia il presidente della regione Vincenzo De Luca nel corso della consueta diretta Facebook del venerdì salvo poi lanciare l’appello di indossare la mascherina quando si incontra un gruppo di amici in strada.

Il Governatore precisa che “oggi in Campania non abbiamo grandi problemi, siamo praticamente una regione a contagio zero. Stiamo chiudendo alcuni contatti – ha aggiunto – avuti a Serino da un nostro operatore turistico che aveva in famiglia un cittadino venezuelano che ha contagiato il resto della famiglia, ma abbiamo in pratica concluso i controlli relativi a questi piccoli focolai. Ad oggi siamo una regione a contagio zero, ma dobbiamo essere attenti e rispettosi delle regole”. Tuttavia dal bollettino diramato  qualche ora dopo la diretta Facebook, sono sette i nuovi casi di cornavirus in Campania nelle ultime 24 ore su 1508 tamponi analizzati.  

De Luca lancia un appello sull’uso delle mascherine anche al mare: “Mettetevi queste benedette mascherine, non abbiate timore di apparire démodé. Io le metterò anche se andrò a mare, tanto per dare l’esempio”.  Nel ribadire il concetto che è “obbligatorio indossare la mascherina nei luoghi chiusi, nei supermercati e anche nei luoghi aperti se ci sono assembramenti”, il Governatore ha invitato a superare “quest’abitudine che porta a togliere la mascherina quando si incontra un gruppo di amici. Bisogna fare esattamente il contrario: se passeggi da solo puoi toglierla, ma se stai in mezzo a 5, 6 o 7 persone a parlare in uno spazio ravvicinato è proprio in quel momento che – ha proseguito – devi indossare la mascherina per evitare una trasmissione attraverso goccioline di saliva“. “La mascherina è indispensabile. Non voglio più vedere nessun cittadino su un traghetto, un bus, un treno o un aereo senza mascherina”, ha concluso.

SCUOLA IL 14 SETTEMBRE – Dietrofront sulla ripartenza delle scuole, in programma inizialmente – per la Regione Campania – dopo le elezioni  in programma il 20 settembre. “Il neo commissario Arcuri proporrà una campagna di screening sul piano nazionale. Se si decide di aprire a inizio settembre, anche la Campania si collocherà in quel periodo. Quindi, probabilmente, l’anno scolastico aprirà come nel 90% delle Regioni, cioè a cavallo tra il 14 e il 15 settembre. Daremo comunque un’informazione preventiva”.

SCREENING – De Luca ha poi confermato che ci sarà uno screening con tamponi e test sierologici per il personale scolastico (circa 180mila unità) e che “l’obiettivo – ha detto – è mettere in sicurezza le scuole: niente classi pollaio e evitare la chiusura di alcuni plessi per rispettare le norme sul distanziamento. Infine, ci prepariamo a produrre milioni di mascherine da dare ai ragazzi delle scuole medie e superiori”. Tamponi periodici anche su tutto il personale medico e sanitario e in tutte le Rsa e le fasce di popolazione a rischio”.