“Noto un rilassamento estremamente pericoloso, qui rischiamo di trovare l’epidemia dietro l’angolo. La mascherina non è più obbligatoria all’aperto ma occorre indossarla in presenza di assembramenti”. E’ il monito lanciato dal presidente della regione Campania Vincenzo De Luca nel suo intervento al convegno di Industria Felix a Napoli.  “Io vado in giro con la mascherina, anche quando il sole batte, e sembro un monaco trappista. Sta prevalendo un nuovo senso comune: chi indossa la mascherina sembra un extraterrestre. Ci sono contagi di importazione, bisogna fare attenzione” ha aggiunto il governatore che poi ha rivolto un invito ai giovani: “Abbiamo liberalizzato l’attività di ballo, ma io dico che non dovete andare a ballare. Facciamo le cose virtuali prima del vaccino”.

Poi l’auto-elogio della regione da lui amministrata: “Abbiamo erogato i bonus del piano socio economico in due settimane. Ormai facciamo la competizione con Zurigo e Monaco di Baviera“. De Luca ha svelato che per dare il bonus di 2500 euro alle imprese, la Campania ha dovuto “violare la legge” perché per “erogarlo veniva richiesta l’iscrizione alla piattaforma imprese del Mise, che perà non funzionava. Noi abbiamo dato il bonus anche senza registrazione, poi nei secoli dei secoli – ha dichiarato ironicamente – inseriremo le imprese nella piattaforma, anche quella dei vostri antenati”.

Critiche al Governo nazionale sulla gestione dei bonus, la cassa integrazione e le polemiche sul Mes. “La situazione nazionale vede l’Italia fare debiti in maniera imponente” osserva De Luca che poi ricorda “che i debiti prima o poi si pagano e non bisogna perdere l’obiettivo di fondo: creare ricchezza e lavoro non dare solo contributi all’infinito”.

“L’azione del governo – ha sottolineato De Luca – è contrassegnata da un orientamento sul debito che se prosegue oltre l’emergenza non va bene, in più ci sono tempi decisionali incongruenti rispetto all’economia. Logica dei bonus va bene nell’emergenza ma non può diventare una regola. I contributi si danno per fare pil e accrescere l’occupazione ma intanto abbiamo visto la cassa integrazione e le garanzie sul credito bancario applicate in maniera bizarra. Il Paese e’ esitante anche su cose come il Mes che andava preso immediatamente”.

Secondo De Luca  la Campana e il Mezzogiorno in generale devo seguire il  “modello Olanda: defiscalizzazione totale per i nuovi investimenti e detassazione per gli utili d’impresa. Gli olandesi – ha detto – fanno operazioni al limite della pirateria, ma quelle sono entrate aggiuntive e perché non dovremmo quindi decidere per chi investe e crea occupazione di aderire a questa proposta per il Sud?”