Via libera del Senato al decreto Sostegni. Fiducia confermata al governo a Palazzo Madama con 207 voti favorevoli, 28 contrari e 5 astensioni. Per il via libero definitivo il provvedimento dovrà passare anche alla Camera dei deputati. Il Provvedimento scade il 21 maggio. Come deciso dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio, l’esame slitterà al 17 maggio (inizialmente previsto il 12) e anche in questo caso il governo porrà la fiducia. Non sono mancate fibrillazioni nel pomeriggio con i malumori dei senatori del Movimento 5 Stelle sul Superbonus per le aziende chiesto dalla Ragioneria generale dello Stato.

Si tratta del primo degli interventi economici varato dal governo Draghi per aiutare le attività produttive colpite dalla crisi economica causata dalla pandemia e per provvedere all’acquisto e alla somministrazione dei vaccini. In campo 32 miliardi di euro: 11 destinati alle imprese e alle Partite Iva sotto forma di contributi a fondo perduto, altri 8 a coprire la cassa covid, il reddito di emergenza e quello di cittadinanza. Le modifiche in Senato valgono 770 milioni di euro.

Confermate le proroghe di cassa integrazione e Naspi. A stagionali e lavoratori di turismo e mondo dello spettacolo 2.400 euro di bonus. Licenziamenti bloccati fino a giugno, ma solo per le imprese più grandi e dotate di ammortizzatori. Per le altre si va fino al 31 ottobre. Un miliardo al Reddito di cittadinanza. Cinque miliardi alla Sanità, 2,8 a vaccini e farmaci anti-covid. Prevista la cancellazione delle cartelle esattoriali degli anni 2000-2010 fino a 5mila euro, con un limite di reddito fino a 30mila euro.

Prorogata la certificazione unica. I contributi a fondo perduto per le imprese vanno da mille a 150 mila euro in base alle perdite subite. Per le partite Iva, invece, arrivano fino a 3 mila euro. Le modifiche apportate in Senato: modifica sull’esenzione del pagamento della prima rata Imu per le imprese che hanno subito perdite; estensione dell’esonero Irpef per gli affitti non riscossi su contratti stipulati anche prima del 2020; esenzione della tassa di occupazione del suolo pubblico e del canone Rai per alberghi e locali pubblici che hanno chiuso; via libera per il pagamento del primo acconto Irap al 30 settembre per le imprese. Allungato il tempo dei voucher per i viaggi saltati a causa della pandemia. Proroga di sei mesi, da 18 mesi a due anni, la durata dei voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.