Il team, la tecnologia e l’organizzazione aziendale di MegaRide si segnalano ancora una volta come i più innovativi nel panorama italiano delle start-up. Il nuovo riconoscimento ottenuto dall’azienda che produce software per la massimizzazione delle prestazioni è l’ambito Italian Master Startup Award, organizzato, nell’edizione di quest’anno, dall’Università degli Studi di Verona. Il concorso, definito da qualcuno la “Champions League delle start-up” ma sarebbe meglio dire il Gran Premio, è promosso da PNICube ed è dedicato alle startup e agli spin-off più interessanti per business e penetrazione del mercato.

La cerimonia, virtuale come il pitch finale tenuto da Flavio Farroni, amministratore delegato e cofounder di MegaRide si è tenuta da Verona venerdì 25 settembre. MegaRide si è imposta su centinaia di concorrenti provenienti dai percorsi StartCup di tutte le regioni italiane, selezionate attraverso passaggi successivi da esperti di start-up provenienti dal mondo della finanza, dell’industria e dell’università. Dalle selezioni sono scaturite dieci finaliste che si sono “sfidate” con presentazioni, business plan e risultati economici alla mano. A orientare il giudizio finale della giuria, sono stati il modello di business di MegaRide e i risultati conseguiti in soli 4 anni, nei quali l’azienda nata in seno alla Facoltà federiciana di Ingegneria ha imposto nel mercato automotive internazionale le sue soluzioni tecnologiche sia per i veicoli stradali sia per il Motorsport.

Tra le Case auto e moto che adottano i software di MeraRide in pista e su strada, soprattutto per il testing indoor e otudoor, ci sono Ferrari, Maserati, Ducati, solo per citare quelle della Motorvalley, oltre a numerosi team motorsport in diverse categoria, dalla Moto GP alla Formula E. “In MegaRide abbiamo esultato particolarmente per questo nuovo riconoscimento – ha commentato Farroni -, perché l’Italian Master Startup Award è un premio speciale sia per la qualità dei selezionatori sia per quella delle aziende in gara. Ad essere premiato non è stato solo il progetto e la sua realizzazione, ma un team e un ambiente nel suo complesso: quello della ricerca della Scuola di Ingegneria della Federico II, dalla quale proveniamo, e dei mentori che ci hanno supportato in questi anni”. In qualità di finalista, Megaride sarà ospitata (in presenza) al Festival del Futuro che si terrà in Fiera a Verona nei giorni dal 19 al 21 novembre 2020.

MegaRide, spin-off della Facoltà di Ingegneria della Federico II, è una delle aziende dell’incubatore Campania NewSteel ed è stata fondata da Flavio Farroni, Francesco Timpone ed Aleksandr Sakhnevych. MegaRide è nata in seguito a programmi di ricerca scientifica sulla dinamica del veicolo svolti in collaborazione con Ferrari, Ducati, e numerosi team racing. Attualmente, MegaRide è impegnata in collaborazioni con i più prestigiosi marchi auto e moto sia in ambito prodotto sia nel Motorsport. Tra le competizioni nelle quali la società è attiva si segnalano il Moto GP, la Formula E e diversi campionati GT. Le soluzioni offerte da MegaRide riguardano il testing indoor e outdoor, l’ottimizzazione delle prestazioni nell’interazione tra pneumatici e suolo, e la riproduzione del comportamento di veicoli in ambienti di simulazione di guida.