Catello Maresca perde quattro liste delle 11 che lo sostengono nella corsa a sindaco di Napoli per il centrodestra. Il pm in aspettativa il 3 e 4 ottobre prossimi dovrà rinunciare, salvo pronunciamenti diversi da parte del Tar, alle civiche Catello Maresca e Maresca Sindaco, oltre a Prima Napoli, lista espressione della Lega, e Partito Animalista.

La notifica delle due civiche è arrivata a Maresca oggi dopo l’esame della documentazione da parte della commissione prefettizia, incaricata di accertare la correttezza dei certificati presentati dalle varie liste a sostegno dei candidati a sindaco.

I rumors erano iniziati a rincorrersi già nella serata di martedì e sono stati confermati questa mattina dallo stesso Maresca, che ha annunciato ricorsi in tutte le sedi per la riammissione delle due liste, non ammesse per il ritardo nella consegna.

Il candidato del centrodestra ammette di essere sorpreso dalla decisione: “Non me lo aspettavo, speravo che prevalesse la ragionevolezza e la logica. Crediamo che il principio di democrazia, il diritto dei nostri candidati e dei cittadini di esprimersi liberamente e di scegliere i propri candidati sia un diritto assoluto, che prevale su questi formalismi che sanno di un diritto desueto. Che poi nella ressa sia stato impedito di completare la procedura non può essere addebitato a noi”.

A confermare invece l’esclusione della lista espressione della Lega sono i coordinatori regionale e cittadino del Carroccio, Valentino Grant e Severino Nappi, che a loro volta hanno già annunciato ricorso contro la decisione, presa “per aver consegnato con un minuto di ritardo gli elenchi dei candidati”. Nappi e Grant si dicono “la magistratura avrà gli strumenti e saprà valutare quanto accaduto e, dunque, potrà accertare che i nostri delegati erano già all’interno della struttura prima dello scadere del termine”. “L’esclusione di una lista cardine della coalizione di centrodestra che sostiene la candidatura a sindaco di Catello Maresca sarebbe del resto un grave vulnus”.

FUORI UNA LISTA DELLA CLEMENTE – Colpo durissimo anche Alessandra Clemente, l’ex assessore della giunta de Magistris che punta a guidare ancora il Comune ‘arancione’. La commissione ha infatti escluso una delle sue tre liste, Alessandra Clemente Sindaco, a causa di un vizio formale rilevato nella presentazione della stessa. “Stiamo lavorando al ricorso che presenteremo al Tar in tempi celeri – ha precisato la candidata -, siamo fiduciosi di un esito positivo”.

CHI SONO I CANDIDATI FUORI GIOCO – Questi i candidati che sono stati esclusi dalle elezioni del 3-4 ottobre, in attesa del ricorso della varie liste.

Lista Catello Maresca: Antinori Valerio, Aquino Sonia, Balestrieri Federico, Balestrieri Lina, Calvino Antonello, Cantisano Roberto, Castaldi Raffaella, Cavaliere Pasquale, Chichierchia Roberto, Coppola Armando, D’Amodio Giovanna, De Luca Ciro, De Rosa Achille, De Vincenzo Daniela, Del Prete Gennaro, Della Rocca Ida, Di Dato Chiara, Di Napoli Anna, Diodato Pietro, Franco Sonia, Giancone Salvatore, Grasso Valeria, Greco Carlo, Iervolino Antonio, Langella Ciro, Lepre Carmine, Manfellotti Alessia, Marrone Nicola, Mattiello Giuseppina, Monaco Loredana, Onorato Virginia, Petagna Antonella detta Odorifero, Santoro Francesco, Scannapieco Rosa detta Rosa, Spulsi Olga.

Lista Catello Maresca Sindaco: Abbruzzese Saccardi Bruno; Aiello Silvia; Alvino Anna; Attanasio Giulio; Balzerano Chiara; Barbato Carmine; Capodanno Gennaro; Ciardiello Alfonso; Covella Giuliana; Cuciniello Roberto; De Angelis Vincenzo; Dorano Anna; Ercolino Valentina; Esposito Gabriele; Fattorello Alba; Fiorito Ferruccio; Franchi Fabia; Gabriele Francesco; Gaglione Gianluca; Gallo Mariarosaria; Ionta Roberto; Langella Manuela; Monti Tina; Muscettola Gianluca; Onorato Michele; Peluso Giovanni; Pesacane Nicola; Ruggiero Felicia detta Licia; Russo Claudio; Russo Federica; Salvia Claudio; Sannino Patrizia; Scarfiglieri Salvatore; Stabile Nicola; Staiano Oreste; Vassallo Pasquale; Vetromile Esmeralda; Villani Daniela; Vitale Liliana Bianca; Zaccaro Claudio.

Lista Prima Napoli: Albano Francesca, Aversano Barbara, Barbato Roberto, Bartone Giovanni, Bizzi Salvatore, Cipriani Simona, Conte Pasqualina, Coppola Giovanni, Cristiani Andrea (Cristiano), De Maria Marco, De Micco Giusy (Café), De Santo Armando, Desidery Vincenzo, Di Nocera Anna, Esposito Antonella, Ferraro Domenico, Frecciarullo Teresa (Freccia), Fuorio Manuela, Giglio Amedeo, Graziano Raffaele, Maietta Michela Sonia, Marangio Ciro, Manduca Martina, Mansueto Irene, Marzella Pasquale, Mustilli Bona, Paesano Marianna, Palomba Stefano (Palumbo), Perez Vincenzo, Punzo Clotilde (Tilde), Rollin Rosario, Romanino Carmela, Russo Gennaro, Sapio Roberta, Sarno Rosa, Sasso Annunziato (Nunzio), Scalesse Anna, Sigismondo Rosaria (Rosaria), Sommella Fortunato, Venezia Marco.

Lista Partito Animalista: Alvarez Elena, Romano Emiddio, Cavallo Flora, Sommaiolo Tiziana, Cerqua Antonietta, Sigillo Salvatore, Succoio Maria, Barbato Rosa, Rega Biagio, Podde Iolanda, Ungaro Francesco, Tarantino Matilde, Coppola Mario, Marino Tiziana, Fantaccini Laura, Ciano Ugo, Salzano Pasquale, Mormone Carolina, Panunzio Rossana, De Simone Maria Antonietta, Santorelli Marina, Calascibetta Manuela, Ponticelli Salvatore, Visone Antonio, Barbato Nicola, Allocca Dario, Martinenz Vincenzo, Barbato Damiano, Messere Giovanni, Gigante Maurizio, De Simone Vincenzo, Avallone Michele, Cimarelli Lucia, Canestro Paola, Cambria Maurizio.

Lista Alessandra Clemente Sindaco: Coccia Elena, Cecere Claudio, Galiero Rosaria, Vernetti Francesco, Zimbaldi Luigi, Bismuto Laura, Luongo Antonio, Valentino Luigi detto Gigi, Ascione Gennaro, Borrelli Maria Rosaria, Cacchiullo Valentina, Caputo Paolo, Ciaravolo Giuseppe, Ciccarelli Crescenzo, Cioffi Anna, Conato Emanuele, Coraggio Francesco, D’Alessio Francesco,  D’Archi Mauro, De Falco Ernesto, De Martino Paolo, Del Giudice Alessandra, Delle Cave Fabio, D’Uonno Rosario, Esposito Emanuela, Franco Marika, Gaeta Anna, Maglione Carmela , Masia Margherita detta Rita, Palomba Giovanna, Picardi Antonio, Piroli Torelli Francesca, Puddu Maria, Rochira Giovanni, Romano Giuseppina detta Giusy, Verde Santo, Visali Antonio detto Antonello, Vittorini Valeria, Wollman Daniela.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia