L’ufficialità non c’è ancora, ma le elezioni amministrative che si sarebbero dovute svolgere in primavera in alcune delle più importanti città italiane saranno rinviate a ottobre.

La possibile terza ondata e l’aumento progressivo dei casi di Coronavirus derivanti dalle varianti del virus hanno convinto il Governo ha spostare in avanti le consultazioni amministrative, previste inizialmente in primavera, molto probabilmente al prossimo autunno.

A rischio ci sono le amministrative in circa 1.200 comuni (1.287 per la precisione), tra cui Milano, Torino, Roma e Napoli, ma non solo: a venire rinviato sarebbe anche il rinnovo del Consiglio regionale della Calabria, fissato all’11 aprile, oltre alle suppletive di Siena dopo le dimissioni da deputato dell’ex ministro Pier Carlo Padoan.

Una decisione è attesa già nei prossimi giorni con un decreto legge che dovrebbe essere portato in Consiglio dei ministri per la firma del premier Mario Draghi: già individuate anche le possibili nuove date, ovvero domenica 10 e lunedì 11 ottobre.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia