E’ di due morti il bilancio del crollo di un muro di contenimento avvenuto poco dopo le 12 di questa mattina, lunedì primo giugno, a Pianura, periferia occidentale di Napoli. A riferirlo i carabinieri intervenuti sul posto insieme a sei squadre dei vigili del fuoco.

Quattro le persone rimaste coinvolte nel cedimento del muro di contenimento che reggeva un terrapieno di un edificio in fase di ristrutturazione in via Eduardo Caianiello, nella zona della Masseria Grande, una traversa di via Montagna Spaccata. Due operai, di nazionalità straniera, sono stati estratti vivi dalle macerie mentre per altri due non c’è stato nulla da fare. Non ci sono altre persone coinvolte.

Secondo quanto appreso dal Riformista, si tratta di un uomo di nazionalità italiana e di un ragazzo di nazionalità straniera. Le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Bagnoli, presenti sul posto anche polizia e polizia municipale oltre alle ambulanze del 118.

Sul posto il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Napoli.

LEGGI ANCHE – Il dramma di Pianura, Ciro e giovane migrante sepolti per ore: “Sono morti abbracciati”

Ha collaborato Armando De Martino