Due ore dopo l’accoltellamento a Nizza, avvenuto intorno alle 9, un uomo armato di coltello ha tentato di attaccare degli agenti di polizia e dei passanti in strada ad Avignone. Lo ha riferito Europe 1, aggiungendo che i poliziotti hanno risposto aprendo il fuoco, uccidendolo.

Non è ancora chiaro se l’episodio è da mettere in relazione con l’attentato di questa mattina a Nizza, ma sull’attacco è stata aperta un’inchiesta. Secondo la testata 20 Minutes, le autorità non perseguono la pista del terrorismo in merito all’episodio: è stata inoltre smentita l’informazione secondo cui l’uomo avrebbe urlato “Allah Akbar” al momento dell’attacco.

L’ATTENTATO A NIZZA – Un uomo armato di coltello ha causato la morte di almeno tre persone e il ferimento di altre nella Basilica di Notre-Dame de l’Assomption, a Nizza. L’aggressore, ferito dalla polizia, è stato fermato e portato in ospedale. Secondo le prime testimonianze, le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nella chiesa sparando.

Tra le vittime ci sono un uomo di circa 70 anni, che sarebbe stato decapitato, e una donna. Ancora imprecisato il numero delle persone che sono rimaste ferite nell’attacco all’arma bianca.

“Grazie alla polizia municipale, che ha catturato l’autore dell’accoltellamento“, ha scritto su Twitter il sindaco della città Christian Estrosi, pubblicando varie fotografie del luogo dell’attacco. Il primo cittadino, che è andato sul posto, ha chiesto agli abitanti di evitare l’area.

Il ministro dell’Interno Gerald Darmanin ha aggiunto che, dopo aver parlato con Estrosi, presiederà una riunione d’emergenza al suo Ministero.

(seguono aggiornamenti)