Una scommessa tra amici, un nuovo challenge di pessimo gusto, una bravata per deridere chi il sabato sera è in strada a lavorare e a far rispettare le regole. Fatto sta che ogni weekend a Napoli si verificano episodi sempre più disarmanti. Una movida senza regole che va a danneggiare anche i gestori di attività commerciali. Dal giovane che si arrampicava sul palazzo dell’Università Orientale, nel centro storico di Napoli, alla sciagurata sfida proposta da un ragazzino ai suoi amici, fermi a poca distanza per immortalare l’impresa con un video, per poi accogliere il gesto con urla e sorrisi.

Scippo la paletta della vigilessa e scappo via, volete vedere?”. E poco dopo, in piazza San Pasquale a Chiaia, nel piazzale del Liceo Umberto dove ogni weekend si radunano centinaia di giovanissimi, il protagonista del filmato strappa la paletta, che l’agente municipale teneva sotto al braccio mentre con il tablet stava prendendo il numero di targa di un’auto parcheggiata male, e corre via.

Un gesto folle, incivile, ingiustificabile quello del ragazzo che poi scappa per le strade di Chiaia inseguito inutilmente dalla vigilessa. Le immagini, diventate virali sui social, sono state acquisite dalle forze dell’ordine che hanno già identificato il protagonista dell’insano gesto.

Ragazzini sempre più alla sbando che oltre a non avere rispetto per chi è chiamato a tutelare l’ordine pubblico in una città che vive, a causa anche dell’indifferenza dei politici di turno, senza regole, girano sempre più spesso armati di coltello perché “dobbiamo difenderci”: questa la giustificazione fornita sempre più spesso alle forze dell’ordine. Una vera e propria giungla.

 

Redazione