Una serie di gaffe da far impallidire quelle messe a segno da Virginia Raggi sabato scorso nel pubblicizzare sui propri profili social la Ryder Cup di golf, che si terrà in Italia nel 2023, presso il campo del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia.

Ma la sindaca, che punta a ricandidarsi per le Comunali del prossimo ottobre, forte del sostegno di Beppe Grillo e nonostante l’ostracismo nei suoi confronti di una parte importante dello stesso Movimento 5 Stelle, riesce ad inanellare una serie di figure barbine.

Nel video promozionale Raggi riesce incredibilmente a pubblicizzare l’evento utilizzando le immagini dell’Arena di Nimes, in Francia, al posto del Colosseo. Un errore notato dal deputato di Italia Viva Luciano Nobili, che la accusa: “Nel video la sindaca, che ha privato Roma della grande opportunità e dei miliardi delle Olimpiadi 2024 – sottolinea Nobili -, ha la faccia di provare a intestarsi la Ryder Cup. E già questo farebbe abbastanza ridere. Invece c’è da piangere. Perché in quel video prodotto dal Comune di Roma, al posto del Colosseo, c’è l’Arena di Nimes in Francia. Un errore che non farebbe neanche un bambino delle elementari, il simbolo di Roma scambiato con un anfiteatro romano che abbellisce una cittadina del sud della Francia”.

Video che, dopo la gaffe, è stato poi modificato dal team social della Raggi, come dimostra questo screenshot.

Ma non c’è solo l’errore ‘social’ nel mirino. Nobili ricorda infatti come la sindaca “ha privato Roma della grande opportunità e dei miliardi delle Olimpiadi 2024, ha la faccia di provare a intestarsi la Ryder Cup di golf 2023 che Roma ospiterà solo grazie alla lungimiranza del governo Renzi, del presidente Chimenti e del Coni, che l’hanno ottenuta nel 2015 quando lei non era nemmeno stata eletta”.

In effetti tornando indietro negli anni questo entusiasmo grillino nei confronti della Ryder Cup di golf non si nota, anzi. Nel 2016, quando al governo c’era Matteo Renzi, tramite il ‘sacro blog’ i grillini bombardavano l’esecutivo a guida PD per aver “inserito nella legge di stabilità un finanziamento di ben 97 milioni di euro a garanzia della Ryder Cup di golf”, scriveva il deputato Carlo Sibilia.

In realtà non si trattava di un finanziamento governativo ma di una garanzia statale che l’esecutivo volle concedere per l’organizzazione dell’evento. Emendamento poi ritirato, salvo poi paradossalmente esultare nel dicembre 2019, quando i 5 Stelle erano al governo, per l’approvazione dell’emendamento che stanziava 50 milioni di euro “per le infrastrutture e la viabilità legate alla Ryder Cup del”, scriveva sui social il consigliere regionale grillino nel Lazio Valerio Novelli.

LE SCUSE DELLO STAFF – Il primo cittadino di Roma soltanto nel pomeriggio di oggi ha tentato di ‘mettere una pezza’ alla figuraccia, con un messaggio scritto dallo “staff comunicazione” della sindaca su Facebook. Nel testo lo staff si prende la responsabilità della gaffe: “Ogni pretesto è valido per buttare fango su Virginia Raggi. Stavolta proviamo a discolparla: non è lei la colpevole. Siamo noi”.

Secondo la ricostruzione fornita dallo staff comunicazione della Raggi, il video contenente l’Arena di Nimes al posto del Colosseo è stato ripreso “dai canali della Federgolf ed era stato rilanciato in precedenza anche da numerosi media nazionali e internazionali. Ovviamente è stato un nostro errore non verificare bene prima di metterlo online. Non abbiamo posto la dovuta attenzione”.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia