Li ha travolti e uccisi, per poi scappare senza prestare soccorso. È ‘caccia aperta’ in provincia di Milano al tir che mercoledì pomeriggio ha investito due uomini di 51 e 55 anni sulla Teem, la Tangenziale esterna di Milano.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, le due vittime stavano viaggiando verso Agrate quando, all’altezza di Melzo, nel Milanese, si sono accorti che il carico del loro furgone bianco stava muovendosi e rischiavano di perderlo.

Hanno dunque rallentato e si sono fermati, scendendo dal furgone per sistemare il carico. A quel punto è sopraggiunto il mezzo pesante che li ha falciati. A segnalare l’incidente mortale è stato un automobilista, testimone del dramma, che ha chiamato il 118 e soprattutto ha avuto la freddezza di annotare la targa del tir.

Sulle tracce del mezzo pesante e del suo conducente c’è ora la polizia stradale. L’incidente, scrive l’Ansa, è avvenuto all’interconnessione tra la A35 e la A58, in prossimità di una cuspide che potrebbe aver reso difficile la vista dei due uomini scesi dal furgone e che non hanno avito scampo.

Le due vittime all’arrivo dell’ambulanza del 118 era già privi di vita. Il tratto stradale è stato a lungo chiuso al traffico. Gli agenti della Polizia Stradale di San Donato hanno gia’ raccolto e analizzato le immagini registrate dalle telecamere della Teem e sembra che il mezzo pesante sia uscito all’altezza di Pozzolo Martesana. 

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.