Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una lettrice sulla rivolta di Napoli della scorsa notte.

La rivoluzione andava fatta prima del virus, ma non abbiamo avuto le palle

Ancora ci stupiamo… Ancora commentiamo e ci indigniamo. La rivoluzione bisognava farla molto prima del virus. Ma non abbiamo avuto le palle e ci siamo mollemente adagiati: ognuno nelle proprie vite più o meno dignitose, più o meno arrangiate, più o meno disperate, più o meno sconsiderate.

Il Virus ha solo messo in piazza il fallimento del sistema che abbiamo contribuito a far sviluppare  in tutti i gangli della collettività, per il nostro totale disinteresse alla “cosa pubblica”.

Non è colpa di chi ci governa, senza saperlo fare.  Non è colpa di chi ora fa le rivoluzioni, senza visioni umanitarie.  É colpa nostra. 

Li abbiamo lasciati fare in totale libertà.  La stessa libertà che ora reclamano ed invocano con il loro stile più o meno inconfondibile.