Contro Francesca Donato si consuma la ‘vendetta’ della Lega a Bruxelles. L’eurodeputata, uscita dal Carroccio in aperta polemica con la linea troppo ‘governista’ seguita dal partito di Salvini sull’estensione del Green pass, accusa apertamente i vertici di aver messo in piedi una operazione contro di lei nel Parlamento europeo.

La Donato si ritrova infatti senza gruppo a Bruxelles, espulsa da Identità e Democrazia, il raggruppamento dove siedono gli eurodeputati leghisti. Una cacciata arrivata “senza alcuna discussione, né consultazione con i membri delle varie delegazioni“.

La Donato, nota per le sue posizioni che ‘strizzano l’occhio’ all’universo no-vax, tira in ballo proprio la Lega per l’espulsione dal gruppo Identità e Democrazia: una cacciata che ha dietro “una precisa indicazione del vertice della Lega, che esprime la presidenza del gruppo Id, di non consentirmi di rimanere come membro indipendente”, si sfoga sui social.

La sensazione, continua l’ormai ex fedelissima di Salvini, è che “ci sia volontà punitiva nei miei confronti, benché io abbia espressamente abbandonato il partito per ragioni ideologiche e non per contrasti personali o rivendicazioni di posizioni di potere, mi rattrista molto e aumenta la delusione”.

Quale futuro dunque per la Donato? I rumors la vogliono sempre più vicina a Fratelli d’Italia dopo lo ‘sgarbo’ della Lega nei suoi confronti nel Parlamento europeo, anche perché il partito della Meloni è quello più ‘compatibile’ con le sue battaglie contro il Green pass.

Un passaggio in FdI che potrebbe essere facilitato proprio dalla situazione in cui si trova ora la Donato a Bruxelles: con l’espulsione da Identità e Democrazia per lei si aprirebbero le porte del gruppo dei non iscritti, dove siedono i 5 Stelle, condannati all’irrilevanza politica. Donato potrebbe così aderire a Fratelli d’Italia e passare nel gruppo dei Conservatori e Riformisti europei presieduto proprio da Meloni.

 

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia