Lotta tra la vita e la morte il bambino di 3 anni travolto nella tarda mattinata di mercoledì 2 giugno da un’auto a Paderno Dugnano, in provincia di Milano, all’interno del Parco Lago Nord. Il piccolo è arrivato poco dopo le 12 all’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, trasportato con l’elisoccorso. Le sue condizioni sono disperate dopo le gravi ferite riportate e le prossime ore saranno decisive.

Una tragedia provocata da un 72enne che ha perso il controllo della sua Citroen con cui si trovava nel Parco Lago Nord in un’area vietata al traffico. L’auto ha abbattuto una recinzione ed è precipitata per circa tre metri ai bordi del laghetto artificiale, travolgendo una famiglia milanese che stava scattando delle foto e si trovava nell’area per un pic nic. Illesi padre e madre, colpiti di striscio, mentre le condizioni del piccolo sono apparse sin da subito critiche.

A causa del violento impatto, il bambino è rimasto per diversi minuti privo di coscienza e con il cuore fermo. E’ stato rianimato dall’intervento del 118, giunto sul posto insieme a vigili del fuoco e carabinieri, e trasportato in elicottero all’ospedale di Bergamo.

L’uomo alla guida, residente a Milano, pare avesse già diversi incidenti a suo carico. E’ stato trasportato all’ospedale Niguarda di Milano  in codice giallo per accertamenti. Le sue condizioni non sarebbero gravi ma pare che, dopo l’ultimo incidente, avesse subito il sequestro della patente e dell’auto.

 

Redazione