Eitan ha 5 anni ed è l’unico sopravvissuto alla strage del Mottarone. Il caldo abbraccio del suo papà che lo ha stretto forte durante la caduta gli ha salvato la vita. Ora è ricoverato ancora in prognosi riservata all’ospedale Regina Margherita di Torino ha iniziato a mangiare.

“Le sue condizioni sono in significativo miglioramento”, fanno sapere dall’ospedale dove è arrivato in condizioni critiche ed è stato sottoposto a interventi che gli hanno salvato la vita. Il bambino per la prima volta dal ricovero in ospedale “ha cominciato a mangiare alimenti morbidi e leggeri”.

Resta in rianimazione e al suo fianco vigilano la zia Aya e la nonna, arrivate da Israele subito dopo la tragedia. Eitan Biran nella tragedia del Mottarone ha perso tutta la famiglia: la mamma Tal Peleg, di 26 anni, il papà Smit Biran, di 30 anni, e il fratello Tom che di anni ne aveva appena 2, e i bisnonni Itashak Cohen, di 81 anni, e Barbara Konisky, 71 anni.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.