La seconda dose del vaccino anti-Covid ricevuta da medici e personale sanitario napoletano contiene tracce di mercurio, cadmio e piombo? Ovviamente no, ma è questo il messaggio allarmante che circola nelle chat di WhatsApp del capoluogo e dell’hinterland napoletano.

Una ‘catena di Sant’Antonio’ basata su una fake news in cui si legge uno pseudo messaggio a firma Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, in cui invita le persone sottoposte al richiamo a recarsi “presso il centro antiveleni in quanto sono state riscontrate tracce di mercurio, cadmio e piombo”.

Una bufala che ha costretto l’azienda sanitaria ad intervenire per smentire totalmente la notizia. “Una fake news pericolosissima – dice il direttore generale Ciro Verdoliva -, un messaggio falso e sconsiderato che rischia di mettere in pericolo la salute dei cittadini, puntando a creare allarme e  diffidenza nei confronti dei vaccini che, invece, sono la prima arma di difesa contro il Covid”.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.