Il clima d’odio contro Matteo Renzi, denunciato dallo stesso ex premier e senatore di Italia Viva in una recente intervista, ha preso una svolta gravissima. Una busta contenente due bossoli è stata indirizzata al leader di Italia Viva, al Senato. L’ex premier ha subito ricevuto una telefonata dalla presidente del Senato, Elisabetta Casellati, per esprimere la propria solidarietà.

L’ex presidente del Consiglio ormai da giorni è tornato al centro di furenti polemiche per l’ormai noto video in cui Renzi intervista in Arabia Saudita Mohammed bin Salman, principe ereditario del Paese, accusato dalla CIA di essere il mandante dell’omicidio del giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi. Il leader di Italia Viva da circa un anno siede nel board del FII Institute, il think thank presieduto da Yasir al Rumayyan, il capo del fondo sovrano saudita, che ha organizzato la conferenza stampa di Renzi e bin Salman, per questo percepisce uno stipendio annuale che può arrivare a circa 80mila dollari. L’intervento della CIA sul caso Khashoggi ha riacceso le polemiche sulla vicenda, tra richieste di dimissioni da senatore e insulti e minacce comparse sul web.

Le minacce ricevute da Renzi sono state immediatamente denunciate dai parlamentari di IV. Per Teresa Bellanova, senatrice renziana e viceministra dei Trasporti, si tratta di una “minaccia spaventosa che mi auguro sia condannata con fermezza da tutti. È il momento di dire basta a questa politica intrisa di violenza e odio. Matteo, siamo al tuo fianco, con forza e orgoglio. Non ci faremo intimidire”.

Sulla stessa linea il capogruppo di Iv al Senato, Davide Faraone, che parla di “clima d’odio di questi giorni contro Renzi” che dimostra come “siamo all’imbarbarimento della politica e del dibattito pubblico e i bossoli dimostrano che dalle parole d’odio è facile passare ai fatti. Caro Matteo, sempre a testa alta, non ci fanno paura, non ci arrenderemo mai”.

Solidarietà a Renzi è stata espressa dal Pd, in particolare dal capogruppo al Senato Andrea Marcucci: “A nome mio personale e di tutto il gruppo Pd del Senato esprimo grande solidarietà al senatore Renzi, vittima di un gesto folle. L’odio deve essere totalmente bandito dal linguaggio della politica”. Sempre tra le fila dei Dem il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha definito la vicenda un “gesto vile, da condannare fermamente. La mia solidarietà a Matteo Renzi”.

“La mia solidarietà al senatore Matteo Renzi per la gravissima intimidazione di cui e’ stato fatto oggetto. La condanna unanime di episodi di violenza e intolleranza è il primo anticorpo che la democrazia deve contrapporre a chi tenta di bloccare il confronto civile tra idee e posizioni diverse”, dichiara invece il senatore di Forza Italia Renato Schifani.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.