Corrado Sfogli, direttore della Nuova Compagnia di Canto Popolare, è morto nella notte nella sua casa di Caserta all’età di 69 anni. Il chitarrista, nato a Napoli, era il marito di Fausta Vetere, anche lei nell’ensamble, e padre di Marco, chitarrista dal grande curriculum e attualmente in forza alla PFM.

Sfogli aveva iniziato lo studio della chitarra con un grande maestro, Eduardo Caliendo, diplomandosi poi presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino con il massimo dei voti e la lode. Nel 1976 entra nella Nuova Compagnia di Canto Popolare, fondata dieci anni prima da Eugenio Bennato, Carlo D’Angiò, Roberto De Simone e Giovanni Mauriello, ai quali poi si aggiunsero altri grandi musicisti napoletani come Peppe Barra, la moglie Fausta Vetere, Nunzio Areni, Patrizia Schettino e Patrizio Trampetti.

Da tempo Sfogli lottava contro un tumore al rene, che gli ha lasciato il tempo però di sposare la compagna di una vita, Fausta, il 28 dicembre 2018. Impossibile ora svolgere i funerali: per l’emergenza Coronavirus infatti non ci sarà un addio pubblico, che il maestro Corrado avrebbe senz’altro meritato.