La California dovrebbe lasciar riaprire a Tesla e a Elon Musk il suo impianto, ora. Può essere fatto velocemente e in sicurezza!”. A scriverlo su Twitter è il presidente statunitense, Donald Trump, intervenendo nella disputa tra la California e la società del magnate dell’elettrico americano.

Ieri, Musk aveva annunciato che Tesla ha fatto ripartire la produzione nella sua fabbrica di Fremont, nella contea di Alameda, nonostante l’ordine di tenere chiuso l’impianto fino alla fine di maggio perché non considerato un’attività essenziale. Ma l’imprenditore e inventore Musk, su Twitter aveva fatto sapere che non si sarebbe tirato indietro: “Sarò lì con tutti gli altri. Se qualcuno deve essere arrestato, chiedo di essere io l’unico“.

Le autorità sanitarie della contea di Alameda hanno reagito con un comunicato, in cui hanno reso noto di essere venute a conoscenza della riapertura della fabbrica, al di là delle attività di manutenzione minime consentite e hanno richiamato Tesla al rispetto delle regole, almeno fino all’approvazione di un nuovo piano.

Sabato scorso, proprio Tesla ha denunciato la contea di Alameda e ha minacciato di spostare i suoi impianti altrove.