“I numeri delle vittime di Covid sono gonfiati”. A dare credito alla tesi sostenuta da Vittorio Sgarbi durante uno dei suoi ultimi discorsi alla Camera è il proprietario di Tesla, Elon Musk. In un video pubblicato su Twitter da un utente americano si vede il critico d’arte discutere animatamente con il deputato 5 Stelle Giorgio Trizzino, medico igienista, sul bilancio delle vittime italiane.

“Questo politico italiano – si legge nel tweet – spiega cosa Elon Musk, io e molti altri stiamo dicendo la verità. Anche Birx e funzionari sanitari lo ammettono. I numeri sono notevolmente gonfiati. Sveglia!”. Poco dopo arriva la risposta di Musk: “Ha ragione lui”, scrive sposando le tesi del critico d’arte italiano.

Secondo quanto sostenuto da Sgarbi,  i numeri diffusi quotidianamente nei bollettini della protezione civile non sono aderenti alla realtà.  “Sono morte in Italia venticinquemila persone di coronavirus: non è vero, è un modo per terrorizzare gli italiani e imporre una dittatura del consenso – dice Sgarbi durante la discussione sul Cura italia – I dati dell’Istituto superiore di sanità dicono che il 96,3 per cento sono morti per altre patologie”.

Una tesi non troppo distante da quello che il miliardario americano ripete da giorni all’indirizzo della Casa Bianca. Proprio qualche giorno fa, durante una call organizzata per comunicare i risultati di Tesla nel primo trimestre, Musk aveva definito il lockdown una “misura fascista” contraria alle libertà individuali e aveva invocato a gran voce l’immediata riapertura.