Mentre ci avviciniamo, seppur lentamente, alle fase 2, per l’Organizzazione Mondiale della Sanità la seconda ondata di coronavirus in autunno “è una certezza”. Queste le parole di Walter Ricciardi, membro del consiglio esecutivo Oms e consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, al giornale ilcaffeonline.it.

“Fino a quando non avremo un vaccino – spiega – ci saranno nuove ondate o, speriamo, tanti piccoli focolai epidemici che andranno contenuti. Quello autunnale e invernale, come nel caso dell’influenza, è il periodo in cui una combinazione di eventi climatici, comportamentali, immunologici fa si che il virus possa riemergere”.

“LOMBARDIA RESTI CHIUSA” – Per Ricciardi è “molto importante non accelerare le riaperture – ha aggiunto – in caso contrario la seconda ondata invece di averla più avanti rischiamo di subirla prima dell’estate”. Il riferimento è alle richieste della Lombardia, “la regione che in questo momento ha maggiori problemi. Non l’Italia, ma la Lombardia. Mi sembra non saggio fare delle aperture a prescindere dalle valutazioni oggettive”.

I MORTI NEL MONDO – Sono oltre 154mila le persone morte in relazione al nuovo coronavirus nel mondo, secondo i dati elaborati dalla Johns Hopkins University. Il bilancio più pesante è quello degli Stati Uniti con oltre 27mila decessi, seguono Italia (oltre 22mila), Spagna (oltre 20mila), Francia (oltre 18mila), Regno Unito (oltre 14mila). I contagi nel mondo sono oltre 2.258.000, il dato più alto negli Usa (oltre 706mila), seguiti da Spagna (oltre 190mila), Italia (oltre 170mila), Francia (oltre 150mila), Germania (oltre 141mila).