La Campania ha predisposto nuovamente l’obbligo di mascherina all’aperto. La decisione del Presidente Vincenzo De Luca, dopo l’impennata di contagi da coronavirus nelle ultime settimane. Ieri la Campania era prima per nuovi contagi (248), oggi quarta (195 su oltre settemila tamponi). L’ordinanza obbliga di indossare il dispositivo “durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale, fatte salve le previsioni degli specifici protocolli di settore vigenti (ad esempio per le attività di ristorazione, bar, sport all’aperto)”.

Dall’obbligo di indossare la mascherina sono esclusi i bambini al di sotto dei sei anni e i portatori di patologie incompatibili. Esentato anche chi sta praticando esercizio in forma individuale di attività motoria o sportiva. Obbligo per i titolari di esercizi commerciali, culturali, ricreativi aperti al pubblico, non all’aperto, di effettuare la misurazione della temperatura corporea all’ingresso dei locali e di assicurare la presenza di dispenser di gel o soluzioni igienizzanti. Le mascherine vanno indossate anche sui mezzi di trasporto pubblico e nelle aree terminal come banchine, moli e binari.

🔴COVID-19, OBBLIGATORIO INDOSSARE LA MASCHERINA ALL’APERTOA conclusione della riunione dell’Unità di Crisi, il…

Gepostet von Regione Campania am Donnerstag, 24. September 2020

LE SANZIONI – L’ordinanza rimanda all’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 per quello che riguarda le violazioni e quindi “è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000 e non si applicano le sanzioni contravvenzionali previste dall’articolo 650 del codice penale o da ogni altra disposizione di legge attributiva di poteri per ragioni di sanità, di cui all’articolo 3, comma 3. Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo”.

In caso di reiterata violazione la sanzione amministrativa è raddoppiata e quella accessoria è applicata nella misura massima. Il testo chiarisce anche che nel caso in cui “la violazione sia commessa nell’esercizio di un’attività di impresa, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni”.

MILLE EURO – Il governatore della Campania ha precisato durante una delle sue consuete dirette su Facebook che l’importo della multa sarà di 1.000 euro. “Abbiamo detto alle forze dell’ordine – ha argomentato il Presidente – di avere tolleranza per 24 ore, limitandosi, per il momento, ancora a richiamare chi non rispetta le regole. Dopo questo periodo necessario per far recepire a tutti le disposizioni che abbiamo dato, partiranno le contravvenzioni”.