Operazione Unicorno. E’ così denominato il piano segreto previsto in caso di morte della regina in Scozia. Elisabetta II si trova attualmente nella residenza di Balmoral, dove ha trascorso l’estate e dove tutt’ora risiede a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute, con i medici che considerano troppo faticoso un viaggio fino a Londra.

L’Operazione Unicorno, i cui dettagli sono trapelati accidentalmente nel giugno 2019 su un forum dedicato al personale del parlamento scozzese (e mai confermati ufficialmente), prevede che le attività parlamentari vengano immediatamente sospese per consentire alle autorità di prepararsi per i funerali di stato della regina. Inoltre si attiverebbe l’organizzazione per gestire le centinaia di migliaia di persone che si recheranno in Scozia per rendere omaggio a Elisabetta. Le persone saranno invitate a riunirsi intorno al Parlamento scozzese, al Palazzo di Holyroodhouse e alla Cattedrale di St Giles, sul Royal Mile di Edimburgo.

Il corpo della regina sarà trasportato su un treno speciale da Aberdeen a Edimburgo, con membri delle forze armate e dei servizi di emergenza allineati su ogni binario lungo il percorso. Il treno viaggerà ben al di sotto della velocità normale, di conseguenza la sicurezza via aria, terra e mare, sarà estremamente rigida.

Al Palazzo di Holyroodhouse saranno allestite stazioni temporanee dei vigili del fuoco ed è prevista anche una massiccia presenza di polizia armata, sostenuta da personale militare. Nella cattedrale, alti dirigenti civici, dignitari e membri del pubblico scozzesi avranno l’opportunità di rendere il loro omaggio e firmare un libro di condoglianze.

La bara della regina sarà poi collocata su un treno reale alla stazione di Waverley prima di viaggiare lungo la East Coast Mainline fino a Londra. L’operazione Unicorno termina quando il corpo della regina lascerà la Scozia per l’ultima volta, sempre con una guardia d’onore formata su ogni piattaforma da Edimburgo verso sud.

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.