“Il Consiglio scientifico francese è favorevole a ridurre il periodo di quarantena, in un certo numero di situazioni, passando da 14 a 7 giorni“. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Olivier Véran, citato dal quotidiano Le Parisien, in riferimento al coranavirus. La decisione sarà presa formalmente “venerdì durante il consiglio di Difesa”, che “ci darà un po ‘di tempo per consultare altri esperti sull’attuazione” di questo provvedimento, ha aggiunto il ministro parlando alla radio France Inter.

Secondo il ministero della Salute transalpina, “siamo più contagiosi nei primi cinque giorni o dopo i sintomi o dopo un test positivo. Dopodiché, la contagiosità diminuisce in modo significativo. Dopo una settimana rimane, ma è molto bassa”. Secondo Véran il periodo d’isolamento ridotto favorirà un maggior rispetto della misura da parte dei francesi perché “oggi vediamo che molti non rispettano l’isolamento di 14 giorni”. Il ministro ha poi assicurato che la decisione non è stata motivata da “ragioni di priorità economica“.

LA SITUAZIONE CORONAVIRUS – In Francia il numero di contagiati è decisamente maggiore rispetto a quelli registrati in Italia. Nella giornata di ieri  si sono registrati oltre 4mila nuovi casi di Covid-19, mentre nei due giorni precedenti sono stati segnalati rispettivamente 7mila a 9mila infezioni.