Ha sentito un lamento provenire dal cortile del suo palazzo. Quando è andato a controllare, si è trovato di fronte una bimba di 4 anni: la piccola era caduta dal terzo piano.

Immediatamente soccorsa, è stata trasportata al Policlinico Gemelli, dove si trova in prognosi riservata. Ad avvisare il 112, il portiere dello stabile in via di Val Melaina, nel quartiere Prati Fiscali: “Un condomino si è presentato da me con una bambina in braccio. L’aveva trovata cosciente, dopo aver sentito un lamento provenire da un’aiuola nel cortile” ha raccontato al Corriere.

La bimba era sola in casa

La bambina di origine cinese, ma nata a Roma, era da sola in casa al momento dell’incidente, avvenuto ieri pomeriggio. I genitori stavano lavorando in un ristorante, mentre i nonni erano assenti perché erano andati a prendere gli altri fratelli a scuola.

La Polizia sta indagando sulla vicenda: ad attutire la caduta forse l’erba dell’aiuola e i fili per stendere il bucato dei piani inferiori.

Sul posto anche gli uomini della Scientifica e gli agenti del commissariato Fidene Serpentara, che hanno cercato di ricostruire la dinamica dell’incidente. “Alle 16 sono sceso e come sempre ho fatto un giro nel cortile, la bambina non c’era a terra” ha raccontato il portiere del palazzo a Il Messaggero. “Sono rientrato in portineria, è venuto un condomino gli ho dato la posta, poco dopo è tornato indietro aveva in braccio la piccola e strillava Agostino chiama l’ambulanza. Perdeva sangue dalla testa, l’ha adagiata a terra vicino alla portineria e le ha messo il suo giubbetto attorno al corpicino, forse non si fa, non si sposta un ferito, ma si metta nei panni nostri, l’istinto, la disperazione. Dopo aver chiamato i soccorsi sono corso a citofonare a una condomina, il marito è medico e lei infermiera. È scesa e le ha prestato i primi soccorsi.”

Ascoltati i nonni 

È stata inviata un’informativa alla Procura della Repubblica che valuterà la posizione dei nonni. Ascoltati nell’immediatezza dei fatti, avevano raccontato di essersi allontanati di casa per qualche minuto lasciando la bimba da sola. Potrebbero essere indagati per abbandono di minore.

La porta d’ingresso dell’appartamento era chiusa, ma la finestra no e proprio da qui la bambina, forse mentre giocava, si sarebbe sporta per poi precipitare nel cortile del condominio. La bimba si trova ancora in gravi condizioni al policlinico Gemelli di Roma.

Roberta Davi