In campagna elettorale non ci sono regole e i ‘consigli‘ forniti da Matteo Salvini ai sui seguaci ne sono l’ennesima testimonianza. In vista delle elezioni regionali in Emilia Romagna, in programma il 26 gennaio, il leader della Lega ha fornito alcuni consiglia ai candidati nel corso di una riunione avvenuta domenica 29 dicembre allo StarHotels Excelsior di Bologna.

Appunti che qualche esponente del Carroccio ha lasciato in sala. Ad entrarne in possesso è stata Repubblica che ha pubblicato le direttive che Salvini ha dato ai suoi militanti: parlare di Bibbiano utilizzando “la clava“, non parlare del governo della Regione Emilia Romagna, che rischierebbe di favorire il Pd, non attaccare il Movimento 5 Stelle e trovare una famiglia (probabilmente colpita dal terremoto del 2012, ndr) ancora fuori casa.

Un vademecum preciso volto a favorire la corsa alla Regione, governata da decenni dal centrosinistra, di Lucia Borgonzoni che nei sondaggi è data alla pari con il candidato dem Stefano Bonaccini.

Tra gli altri consigli di Salvini c’è quello di rievocare i fallimenti di “Banca Etruria e Cassa di Risparmio di Ferrara” oltre al cavallo da battaglia degli “sbarchi dei migranti”. Nell’ultima settimana di campagna elettorale il leader della Lega pretende dai suoi militanti che si parli soltanto del partito e dei suoi candidati, senza menzionare gli alleati del centrodestra.