Dopo l’iniziativa della raccolta fondi per acquistare un motorino nuovo al rider rapinato nella notte tra l’1 e il 2 gennaio scorso prosegue la catena di solidarietà. Infatti una macelleria e braceria di Ottaviano, leader del settore, è pronta ad offrire al rider di Napoli, rapinato sabato scorso a Calata Capodichino, un lavoro di lavoro presso la sede di via Lavinaio I tratto a Ottaviano.

A darne notizia è il sindaco del Comune vesuviano, Luca Capasso, che ha avuto un’interlocuzione con Luciano Bifulco, il titolare dell’azienda. Spiega Capasso: “Quello di Bifulco è un marchio rinomato, noto per la professionalità e la serietà: sono disponibili a dare un lavoro a Gianni Lanciato, il rider vittima della rapina, che ha espresso il desiderio di tornare a fare il macellaio. Ci troviamo di fronte ad un atto di grande generosità e sensibilità, che da sindaco mi rende orgoglioso. Appena ho telefonato a Luciano ho trovato subito porte aperte”.

Aggiunge Luciano Bifulco: “Siamo pronti ad assumere Gianni Lanciato e anche altri: cerchiamo professionisti del settore della macelleria e della gastronomia. Saremmo contenti di poter esaudire il desiderio di Gianni, di dargli un’opportunità di lavoro dopo il brutto periodo che ha trascorso

di seguito il link con l’appello di Luciano Bifulco:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luciano Bifulco (@luciano_bifulco)