Tornano domenica 9 maggio le Discipline Integrate ASI all’interno dell’ippodromo delle Capannelle di Roma. Ferma da ottobre a causa dell’emergenza Covid, l’attività equestre più amata da cavalieri disabili e non torna in grande spolvero, complice la location d’eccezione. Fiore all’occhiello di ASI e dell’equitazione italiana intera, il comparto delle Discipline Integrate si conferma come uno straordinario catalizzatore di attenzione e partecipazione per la sua valenza allo stesso tempo sportiva e sociale: cavalieri grandi e piccini, diversamente abili e non che confrontano le loro abilità tecniche a cavallo in un ambiente completamente integrato: unificate le categorie, le classifiche ed i podi che da sempre di distribuiscono spontaneamente senza discriminazione alcuna tra atleti normodotati e non.

Le gare equestri dell’Asi a Capannelle

NUMERO 1 PER GLI SPORT EQUESTRI
Questo dipartimento di ASI Sport Equestri coordinato da Chiara Minelli riscuote ormai da quasi un decennio il plauso del pubblico, degli atleti e di tutta la comunità sportiva e scientifica per l’evidente impatto educativo del lavoro svolto a fronte di enormi ricadute anche sul piano sociale. Il luogo prescelto per la ripresa delle attività di gara è il Centro Tecnico ASI che ha stabilito la sua sede all’interno dell’Ippodromo delle Capannelle grazie ad una fattiva collaborazione con Hippogroup; la società che dirige l’ippodromo ha infatti da sempre a cuore l’ambito sociale che sostiene anche grazie alla pluriennale alleanza con ASI.

A beneficiarne questa domenica con uno straordinario il colpo d’occhio sulle piste, saranno i partecipanti di questa disciplina unica nel suo genere, in cui lo sport la fa da padrone, al di là di qualunque barriera e qualunque differenza.

Redazione