Ispezioni e accertamenti nei “quartieri del divertimento” di Roma hanno portato a verifiche su 433 persone, 13 sanzioni amministrative e un cittadino marocchino denunciato per minacce. Prosegue il piano per il contenimento e il contrasto della movida violenta, così come predisposto dall’ordinanza di servizio del Questore. I controlli interforze hanno riguardato le aree considerate più “calde” della città: ossia Campo de’ Fiori, San Lorenzo e Trastevere.

TUTTI I CONTROLLI

In particolare, a Campo de’ Fiori sono state controllate 304 persone: 11 le sanzioni amministrative, ai sensi del codice della strada, con 2 carte di circolazioni ritirate e 8 veicoli rimossi per intralcio alla circolazione stradale; 5 le sanzioni elevate per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Nell’area di San Lorenzo sono state scandagliate dagli agenti Piazza dell’Immacolata, Largo dei Volsci e via degli Ausoni. Nel corso dell’attività sono stati sanzionati amministrativamente, con diffida, 4 esercizi commerciali (2 mini market e 2 gallerie d’arte) per aver somministrato alcolici oltre l’orario consentito e per inosservanza del regolamento di polizia urbana. Due le sanzioni anche a carico degli acquirenti. Al termine del servizio sono state quindi controllate 129 persone, 9 veicoli e 40 attività commerciali. Nel quartiere di Trastevere 2 mini market sono stati effettuati accertamenti dagli agenti della divisione amministrativa e sociale della Questura di Roma. Al primo è stata contestata la sanzione di 3.334 euro per commercio di generi alimentari scaduti, con il conseguente sequestro amministrativo: provvedimento volto alla tutela della salute pubblica. Al secondo, oltre alla stessa multa per commercio di generi alimentari scaduti, sono scattate sanzioni anche per vendita di bevande alcoliche dopo le ore 20.

UNA DENUNCIA PER MINACCE

Grazie al tempestivo intervento degli agenti del commissariato Trastevere, in collaborazione con gli agenti di polizia Roma Capitale, un cittadino marocchino di 24 anni è stato denunciato per minacce. I poliziotti hanno notato il giovane, a torso nudo e con un coccio di bottiglia in mano, che stava inseguendo un gruppo inseguire un gruppo di 3 ragazzi in Lungotevere de Cenci: è stato immediatamente bloccato. A causa dei numerosi tagli sulle mani è stato in seguito soccorso dal personale del 118.

La stretta anti-movida continuerà anche nei prossimi giorni: prevista la massima attenzione ai gruppi di ragazzi dediti al consumo di alcol o agli schiamazzi. Per contrastare il fenomeno verranno subito sanzionati i locali che somministreranno alcolici ai minori oppure oltre l’orario consentito, con il rischio di una sospensione in via temporanea della licenza.

 

Redazione