Notte calda a Roma dove Carabinieri e Polizia sono stati protagonisti di tre delicati interventi nei luoghi della movida capitolina.

LO SCIPPO A APPIO LATINO

Due malviventi, un 38enne di origine algerina ed un 37enne marocchino hanno scippato la borsa ad una cliente seduta ad un tavolo di un ristorante in zona Colli Aniene. Messi in fuga dal ristoratore hanno poi provato a scappare con un’auto rubata ma una pattuglia della polizia li ha raggiunti e arrestati. Secondo le prime ricostruzioni i due sono entrati nel ristorante intenti a rubare la borsa di una cliente. Il titolare, che si era accorto del furto, li ha messi in fuga e i due, seppur ormai a distanza dal locale, lo hanno minacciato con una bottiglia. Le descrizioni dei testimoni hanno permesso agli agenti di individuare i sospetti mentre, con l’aiuto di un coltello, stavano forzando un’utilitaria parcheggiata in via Clelia. Alla vista dei poliziotti uno dei due ha minacciato l’agente con il coltello ma lo ha gettato a terra. Dopo gli accertamenti sull’identità, è emerso che il cittadino nato in Marocco era ricercato perché oggetto di un’ordinanza di custodia cautelare da scontare in carcere per un precedente procedimento penale. Entrambi sono stati arrestati per furto aggravato e rapina.

RAPINA A PIAZZA TRILUSSA

La chiamata al 112 è arrivata intorno alle 2:00. In piazza Trilussa intervengono i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che trovano un ragazzo romano di 21 anni visibilmente scosso con i segni di una aggressione. Il giovane ha riferito ai militari di essere stato minacciato da un uomo che voleva rubargli la collana. Una volta strappata dal collo il malvivente lo ha scaraventato a terra, lo ha colpito a calci e pugni e si è dileguato. Il ragazzo è stato medicato sul posto mentre gli investigatori hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona a caccia di elementi a risalire al rapinatore.

PESTAGGIO A PIAZZA DELLA SCALA

Poi ancora un’altra chiamata, a pochi minuti di distanza dall’altra, questa volta dalla vicina piazza della Scala. Sempre un giovane, questa volta di 24 anni, che ha riferito di aver avuto una discussione con un gruppo di giovani stranieri per futili motivi. A raccogliere la testimonianza i carabinieri della Compagnia Roma Montespaccato che trovano il ragazzo con i segni evidenti di un’aggressione sul volto e sul corpo. Il 24enne ha raccontato che essendosi trovato in inferiorità numerica, è stato aggredito e scaraventato in terra dal branco che lo ha poi colpito a calci e pugni, senza però in questo caso rubargli nulla. Anche in questo secondo episodio di violenza i militari dell’Arma stanno svolgendo le indagini per risalire al branco di violenti.

Riccardo Annibali