Nel fine settimana, i carabinieri del comando provinciale di Roma hanno eseguito una serie di capillari controlli sia nelle periferie che nelle piazze maggiormente frequentate della Capitale per scongiurare episodi di mala-movida. All’esito delle attività, due persone sono state arrestate e altre due sono state denunciate a piede libero. Identificate in totale 82 persone, di cui 37 minorenni, e controllate 11 attività commerciali. In particolare, i carabinieri della stazione Roma Alessandrina, secondo quanto ricostruito, hanno arrestato un 68enne della Repubblica Dominicana, senza fissa dimora e con precedenti, con l’accusa di rapina impropria. L’uomo è entrato in un supermercato in via Casilina, nel quartiere Alessandrino, e si è diretto, notato dal personale addetto alla sicurezza, verso il reparto alcolici dove ha prelevato due bottiglie di liquore. Dopo aver forzato le placche antitaccheggio, il 68enne ha occultato le bottiglie all’interno del suo zaino e ha tentato di uscire dal negozio dopo aver oltrepassato le casse senza pagare. Fermato dall’addetto alla sicurezza, che nel frattempo aveva allertato i Carabinieri tramite 112, l’uomo lo ha minacciato con un grosso cacciavite ma è stato bloccato dai militari immediatamente intervenuti. La refurtiva è stata recuperata e il cacciavite è stato sequestrato mentre l’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in camera di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.
LE OPERAZIONI NEL DETTAGLIO
n via dei Limoni, i carabinieri della stazione Roma Tor Tre Teste hanno arrestato un 22enne romano, operaio, trovato in possesso di 8 g di hashish e materiale per il confezionamento in dosi, e hanno denunciato a piede libero un 17enne egiziano per possesso di alcune dosi della stessa droga. Entrambi sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 22enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa del rito direttissimo. I carabinieri del nucleo radiomobile di Roma, infine, hanno fermato per un controllo un 38enne romano, già noto alle forze dell’ordine, notato mentre si aggirava a piedi, in piena notte, con fare sospetto in via Castro Pretorio. I militari lo hanno trovato in possesso di un grosso coltello, poi sequestrato, e lo hanno denunciato a piede libero.
LA PROVOCAZIONE DI TAJANI
Il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, pubblica su Twitter una foto di piazza Campo dè Fiori a Roma molto affollata di gente ieri sera e commenta: «E le piscine al coperto rimangono chiuse. Che ne pensate? E che ne pensa il ministro Roberto Speranza?».

Sofia Unica