Anche nel giorno del voto in Emilia Romagna e Calabrian non mancano le schermaglie verbali con protagonista Matteo Salvini. Il leader della Lega è infatti finito nel mirino per la violazione del silenzio elettorale, realizzata con un tweet su Bibbiano e un video su Facebook in cui esorta i cittadini emiliano romagnoli e calabresi ad andare a votare. “”Oggi in Emilia Romagna e in Calabria domani in tutta Italia – dice l’ex ministro – Andate a votare voi che avete il diritto perchè ad altri milioni di italiani lo stanno impedendo, e poi si dicono democratici”, è il commento mentre visita una fattoria con la figlia sulle spalle.

Un appello social di fatto non impedito dalla legge, ma le linee guida dell’Agcom raccomandano di rispettare il silenzio con tutti i mezzi di diffusione.

La reazione più dura è quella delle Sardine, che sulla loro pagina Facebook hanno postato un collage di foto di persone con un dito sulla bocca e un invito eloquente: “C’è chi infrange sistematicamente ogni regola del gioco e chi invece sta muto e vota  #mutoevota #silenzioelettorale”.