Tra un no alla droga e la promessa di stare sempre dalla parte delle forze dell’ordine, che “guadagnano meno dei detenuti con il loro pseudo lavoro”, Matteo Salvini dal palco allestito in piazza del Popolo a Roma per la manifestazione nazionale dei sindacati SAP e LES Polizia di Stato, SAPPE Polizia Penitenziaria, SIM Sindacato Italiano Militari Carabinieri e Guardia di Finanza si dimentica della mascherina.

La testimonianza dell’inosservanza delle regole previste dal Dpcm (che parla di “ avere sempre con sé dispositivi di protezione” e in questo specifico caso ovviamente di indossarla essendo a stretto contatto con altre persone) arriva dallo stesso Salvini, con l’ex ministro dell’Interno leghista che ha condiviso un video di oltre 3 minuti in cui parla dal palco assieme ad Antonio Tajani di Forza Italia e ad altri relatori, non rispettando tra l’altro neanche il distanziamento sociale con le altre persone.

Non solo. Oltre al Dpcm del premier Conte, il ‘Capitano’ viola anche l’ordinanza della Regione Lazio: il documento firmato da Nicola Zingaretti prevede infatti l’obbligo di indossare la mascherina da sabato 3 ottobre “nei luoghi all’aperto, durante l’intera giornata”. Uniche categorie esentate sono i bambini al di sotto dei sei anni, i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina e chi svolge attività motoria o sportiva: tutte ‘categorie’ che non rientrano ovviamente nel caso di Salvini.