Leo Gassman è il vincitore della categoria Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020. Il giovane Gassman, figlio dell’attore Alessandro Gassman, ha trionfato con il 52,5% battendo la 16enne Tecla. A consegnare il premio è stato il presidente della Liguria, Giovanni Toti.

Mentre per quanto riguarda gli altri premi, quello della critica Mia Martini per le nuove proposte è stato assegnato dai giornalisti della sala stampa dell’Ariston, agli Eugenio in Via Di Gioia con 40 voti, secondo posto Leo Gassman 35, Tecla 18. I voti complessivi sono stati 141, di cui 3 nulli. Il premio Lucio Dalla assegnato dalla sala stampa radio-tv invece va a Tecla con la sua 8 marzo.

LE SFIDE – La quarta serata del Festival di Sanremo è quella che decreta i primi verdetti. E’ stato svelato infatti il vincitore della categoria Giovani, decretato dopo due sfide: la prima Tecla Insolia contro Marco Sentieri e Fasma contro Leo Gassmann. Per la prima volta dall’inizio di questa edizione voterà anche la sala stampa. La prima semifinalista nelle Nuove Proposte al Festival di Sanremo è stata Tecla con la canzone 8 marzo, che sconfigge Marco Sentieri che gareggiava con Billy Blu. Il secondo finalista invece è stato Leo Gassmann con Vai bene così, che ha sconfitto con il 50,1%, “quasi un parimerito” come ha commentato Amadeus, Fasma con la canzone Per sentirmi vivo.

A inizio serata è stata diffusa la classifica generale con il voto di Giuria Demoscopica unito a quello degli orchestrali. La classifica dopo le prime tre serate vede in testa Francesco Gabbani, seguito da Le Vibrazioni, Piero Pelù, Tosca, Pinguini Tattici Nucleari, Diodato, Elodie, Marco Masini, Irene Grandi, Michele Zarrillo, Levante, Anastasio, Alberto Urso, Raphael Gualazzi, Paolo Jannacci, Enrico Nigiotti, Giordana Angi, Achille Lauro, Rita Pavone, Rancore, Riki, Elettra Lamborghini, Junior Cally e ultimi Bugo e Morgan.