Fiamme a Scampia, periferia nord di Napoli, all’interno dell’Officina delle Culture intitolata alla memoria di Gelsomina Verde, la giovane 21enne torturata, ammazzata e bruciata dalla camorra nel 2004 perché non aiutò gli uomini del clan Di Lauro nelle ricerche di un killer degli Scissionisti durante la faida di Scampia.

A denunciare quanto accaduto è il responsabile della struttura Ciro Corona. Sul posto, intorno alle 17 in via Ghisleri, sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti di polizia a lavoro per accertare l’origine del rogo che, secondo le prime informazioni raccolte, dovrebbe essere dolosa.

“Non sappiamo ancora l’entità del danno né quali possano essere le motivazioni di un atto incendiario gratuito, sta di fatto che l’incendio è di natura dolosa” commenta amareggiato Corona. “Non saranno le fiamme a spegnere le energie che porteranno al riscatto dell’Officina, né con le fiamme riuscirete a spegnere l’entusiasmo. L’abbiamo ricostruita una volta, da soli, lo rifaremo oggi con una rete nazionale alle spalle” aggiunge.

Tuttavia, in seguito alle verifiche dei vigili del fuoco, non è stato rilevato alcun innesco. Indagini ancora in corso per accertare la natura dell’incendio.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.