Prima lo scoppio, poi le fiamme. Attimi di paura a Luserna San Giovanni, nel torinese, per un’esplosione in una palazzina a due piani di via Tegas che c’è stata nel tardo pomeriggio di oggi, alle ore 19.

Sul posto sono intervenute alcune squadre vigili del fuoco e i sanitari del 118. Due persone sono rimaste ustionate nell’incendio e sono gravemente ferite: uno ha riportato ustioni sul 90 per cento del corpo ed è in pericolo di vita, l’altro sul 60 per cento. Gli ustionati sono due uomini, entrambi cittadini marocchini, che si trovano ricoverati all’ospedale di Pinerolo.

Altri tre residenti, due cinesi e un italiano, sono rimasti illesi e saranno ospitati da familiari, visto che la palazzina è stata inagibile a causa dei fumi ed è sotto sequestro da parte dei vigili del fuoco.

Sono in corso accertamenti sulle cause dell’esplosione: l’ipotesi più probabile è che sia esplosa una bombola del gas in uno degli appartamenti della palazzina.

Il caso ricorda la triste vicenda di fine ottobre, quando nella vicina Pinerolo hanno perso la vita due anziani coniugi, Maria Rosa Fiore, di 84 anni, e Dario Lisdero, di 74, nello scoppio avvenuto nella loro cucina. Nell’inchiesta sull’esplosione sono indagati i due operai che pochi giorni prima avevano montato la cucina.

Redazione