“Solo ladri e terroristi si mascherano il volto”. Questo uno dei motivi per il quale Vittorio Sgarbi, sindaco di Sutri, nel viterbese, ha emanato un’ordinanza con la quale stabilisce una multa per chiunque indossi una mascherina senza necessità.

Il critico d’arte lo ha fatto sapere dai suoi canali social. E fa riferimento alla legge 533/1977 in materia di ordine pubblico che nell’articolo 2
prevede che non ci si possa mascherare in volto”. Sgarbi ha anche spiegato che “l’uso della mascherina in luoghi pubblici, salvo che per il personale dipendente, appare in evidente contrasto con il tempo dedicato alla nutrizione che prevede di assumere il cibo senza mascherina. Appare quindi contraddittorio che dopo aver mangiato senza mascherina ci si alzi da tavola mettendosela. Si tratta di forme ridicole di ostentazione che nulla hanno a che fare con le esigenze sanitarie”.

Sgarbi, che è anche deputato, ha più volte avanzato critiche all’operato del governo durante l’emergenza coronavirus. Il critico d’arte ha denunciato l’uso eccessivo dei dpcm, le misure di limitazione delle libertà e l’allarmismo dell’esecutivo sui dati dei nuovi contagi.

Redazione