L’urto per caso mentre camminavano in direzione opposte, qualche parola di troppo e il litigio, quindi un coltello che spunta fuori. È stato ferito così la scorsa notte a Napoli un 16enne, ora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Vecchio Pellegrini.

L’aggressione è avvenuta intorno alla mezzanotte di giovedì in via Sedile di Porto, nei pressi dell’Università: secondo una prima ricostruzione il minorenne è stato colpito da due fendenti tra le braccia e le spalle, ma ha ricevuto anche colpi con oggetti contundenti, calci e pugni.

Il giovane, incensurato e senza apparenti legami con la criminalità organizzata, è in condizioni serie ma non sarebbe in pericolo di vita.

Sul caso indaga ora la Squadra mobile di Napoli: in ospedale è stato accompagnato da un familiare e ha raccontato quanto accaduto agli agenti.

L’aggressore è stato descritto dalla vittima ma al momento non è stato ancora rintracciato: ad aiutare nelle indagini anche le immagini dei filmati della videosorveglianza, che potranno chiarire ulteriormente la dinamica dei fatti.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.