Abbiamo chiaramente valutato male” l’impatto del progetto Superlega. Mea culpa della banca Usa JP Morgan dopo la nascita e il tramonto nel giro di pochi giorni della lega tra top club europei promossa da 12 società che, con il passare di appena 48 ore, si sono quasi tutte tirate indietro lasciando Real Madrid, Juventus e Barcellona a bocca asciutta. In un comunicato la multinazionale americana di servizi finanziari ammette di aver “chiaramente valutato male come questa operazione sarebbe stata percepita dal mondo del calcio in generale e l’impatto che avrebbe avuto in futuro. Impareremo da ciò”.

Stando al progetto lanciato dai top club europei, JP Morgan avrebbe dovuto finanziarie con complessivamente 3,5 miliardi di euro per supportare i piani di investimento infrastrutturale e per fronteggiare l’impatto della pandemia. Secondo il Financial Times, si sarebbe trattato di un prestito a lungo termine (23 anni) con tasso del 2-3% per una cifra totale di quasi 6 miliardi. Questi erano i termini concordati dai 12 club fondatori – tra cui Juventus, Milan e Inter – nel contratto quadro di 167 pagine della Superlega. A seguito del contributo iniziale di JP Morgan, i club avrebbero accettato di pagare alla banca un totale di 264 milioni di euro, compresi gli interessi, ogni anno per un periodo totale di 23 anni.

Ma nel giro di 48 ore, la Uefa, aiutato da tifosi e politici, ha costretto gran parte dei 12 club inglesi, spagnoli e italiani che presumevano di mettersi in proprio a fare marcia indietro. Le sei squadre inglesi (Manchester City, Manchester United, Liverpool, Chelsea, Tottenham e Arsenal) e altri tre (Milano, Inter e Atletico Madrid) si sono man mano ritirati dal progetto.

L’Eca archivia Agnelli e va avanti

“Vogliamo superare gli eventi di questa settimana e incoraggiare e ispirare la comunità calcistica globale, poiché le partite tornano questo fine settimana”. E’ quanto scrive l’ECA, l’associazione dei grandi club presieduta da qualche giorno dal presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi dopo le dimissioni di Andrea Agnelli, a proposito delle polemiche per la Superlega. Su Twitter l’associazione spiega che “i club possono avere successo sia dentro che fuori dal campo solo se lavoriamo mano nella mano”. “Il messaggio dei membri dell’ECA è chiaro: Let’s Get #BackToTheGame”, scrive ancora l’ECA.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.