Si parte con la somministrazione della terza dose di richiamo anti-covid, cosiddetta booster, anche per over 60 e persone con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti o preesistenti di età uguale o maggiore a 18 anni. L’Asl Napoli 1 Centro ha diramato un comunicato in merito in linea con le indicazioni del ministero della Salute e della Regione.

I cittadini potranno vaccinarsi senza prenotazione e presso tutti i centri: Mostra d’Oltremare, Fagianera del Real Bosco di Capodimonte, Distretti Sanitari di base, Medici di Medicina Generale, Farmacie. Per chi ancora non ha ricevuto la prima o seconda dose è possibile ricevere il preparato presso tutti i centri vaccinali e continuano le giornate Open Day Viva la scuola. A disposizione dell’utenza anche un numero verde, 800.95.44.27, dalle 9:00 alle 14:00, dal lunedì al venerdì, messo a disposizione dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia e l’Asl Napoli 1 Centro per riscontri a quesiti di natura medico-scientifica.

Le condizioni illustrate dal documento sulla dose booster. Per i pazienti di età uguale o maggiore di 12 anni è possibile ricevere la somministrazione della terza dose, a condizione che abbiano ricevuto due dosi delle quali la seconda dose somministrata da almeno 28 giorni; tale condizione sarà verificata all’accettazione dagli operatori dell’ASL Napoli 1 Centro; e di trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva;
  • trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica);
  • attesa di trapianto d’organo;
  • terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CAR-T); •patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;
  • immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.);
  • immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.);
  • dialisi e insufficienza renale cronica grave;
  • pregressa splenectomia;
  • sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/μl o sulla base di giudizio clinico.

La sussistenza di una delle condizioni saranno – dai cittadini – dichiarate verbalmente al momento dell’accettazione e autocertificate, con apposizione di firma su format dedicato, in sede di anamnesi alla presenza del medico vaccinatore che ne prenderà atto.

Per quanto riguarda la dose di richiamo booster è possibile ricevere la somministrazione della terza dose, a condizione che si rientri in una delle seguenti condizioni: abbiano ricevuto due dosi delle quali la seconda dose somministrata da almeno 6 mesi; tale condizione sarà verificata all’accettazione dagli operatori dell’ASL Napoli 1 Centro; e di trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • soggetti di età uguale o maggiore di 80 anni;
  • personale e ospiti dei presidi residenziali per anziani;
  • esercenti le professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario che svolgono le loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, secondo le attuali indicazioni;
  • soggetti di età uguale o maggiore 60 anni
  • persone con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti di età uguale o maggiore di 18 anni.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.