Attimi di terrore si sono vissuti a Napoli dove poco prima delle 14 un uomo armato di coltello e in possesso di una pistola (poi risultata giocattolo) è stato ferito a colpi d’arma da fuoco dai militari della Guardia di Finanza. L’episodio si è verificato in viale 2 Giugno tra San Giovanni a Teduccio e Barra, quartieri alla periferia est della città partenopea. Secondo una prima, frammentaria ricostruzione, l’uomo, di nazionalità straniera, minacciava i passanti, e nello specifico ha tentato di aggredire una ragazza e lo zio di quest’ultima (colpito alla testa), ed è stato ferito alle gambe dai proiettili esplosi da uno dei finanzieri accorsi dalla vicina caserma.

Quest’ultimo ha fatto fuoco dopo essersi visto puntare l’arma contro. Soccorso e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale del Mare dalla postazione Annunziata del 118, l’uomo è andato in escandescenze. Stando a quanto denuncia l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate, una volta giunto in ospedale ha prima sferrato un pugno in faccia all’infermiere, poi ha spintonato l’autista slogandogli una spalla. L’uomo, assistito poi dai sanitari, non sarebbe in gravi condizioni.

“Nel nostro lavoro si rischia doppiamente la vita, sia per le aggressioni sia per essere i primi ad accorrere sul luogo di una sparatoria, abbiamo bisogno di tutele, di certo non pretendiamo la scorta armata ma almeno tutti i mezzi atti a prevenire questi eventi nonché la tutela legale! Abbiamo paura di andare a lavoro” denuncia il dottore Manuel Ruggiero, presidente dell’associazione.

Dal video pubblicato dalla pagina social Welcome to Favelas, si vede l’uomo in stato confusionale che corre in strada armato di coltello e inseguito da alcuni finanzieri in borghese. Dopo aver tentato di accoltellare un militare, sono stati esplosi in totale, almeno da quanto emerge dal filmato, cinque colpi d’arma da fuoco, alcuni dei quali hanno ferito l’uomo alle gambe.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.