“Le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool di Napoli stanno bloccando dalle 8 di questa mattina il raccordo autostradale all’altezza dello stabilimento. NapoliNonMolla”. Lo scrive su Twitter la Fiom-Cgil nazionale. Il blocco avviene su via Argine, all’altezza dello stabilimento.

La marcia è iniziata dallo stabilimento ed è arrivata sullo svincolo A3, bloccando il traffico verso Napoli per molte ore. Una protesta che dura da 18 mesi per chiedere al governo una risposta rapida e definitiva. Gli operai della Whirpool a Napoli rischiano infatti di trovarsi senza lavoro. Lo stabilimento di via Argine dovrebbe essere chiuso il 31 ottobre.

“Non arretreremo di un passo – dicono in strada – perché le risposte le vogliamo oggi. Non intendiamo concedere altro tempo, siamo stanchi di parole e promesse. Resteremo in autostrada fin quando sarà necessario”.

Intanto è stato annunciato uno sciopero generale di quattro ore a Napoli di tutti i settori produttivi nell’area metropolitana il prossimo 5 novembre con manifestazione in Piazza Dante per la vertenza Whirlpool e a difesa dell’intero sistema produttivo e occupazionale. La mobilitazione, che vedrà esclusi i servizi essenziali, è stata proclamata da Cgil, Cisl e Uil di Napoli al termine dell’attivo unitario convocato dalle tre confederazioni.