Sembrava un normale venerdì sera prima che iniziasse la pandemia quello che è avvenuto invece in zona arancione a Napoli a poche ore dall’annuncio dell’imminente zona gialla. C’erano più di 200 persone assembrate nella porzione di Piazza Dante che affaccia su Via Ettore Bellini a Napoli.

Non mancava nulla, dalla musica agli alcolici fino alle danze sfrenate. I carabinieri della compagnia Centro, impegnati in un servizio di controllo del territorio hanno sentito chiaramente il frastuono della musica provenire dalla piazza. Grazie ad un impiego massiccio di forze che ha visto coinvolte oltre 10 pattuglie, i militari hanno sciolto l’assembramento e disperso i presenti, gran parte dei quali già in fuga alla vista dei lampeggianti.

Sono stati 25 quelli identificati e sanzionati per violazioni alla normativa anti-contagio, tutti ovviamente senza mascherina. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.
E intanto per le strade cittadine prosegue l’ultimo weekend in zona arancione. Folla nelle strade dello shopping con lunghe code e assembramenti al Vomero, Chiaia e via Toledo. Complice la bella giornata di soli finalmente primaverile e le persone che sono ormai impazienti di recuperare un po’ di normalità.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.