Da semplice ‘voce di corridoio’ all’ufficialità: Amazon è il nuovo proprietario degli MGM Studios. A dare l’annuncio è stato il colosso dell’e-commerce guidato da Jeff Bezos, che ha comprato la Metro Goldwyn Mayer per per 8,45 miliardi di dollari.

Amazon ha dichiarato che spera di sfruttare al meglio la storica azienda del cinema e l’ampio catalogo che possiede. Con l’annuncio dato oggi l’azienda di Bezos è diventata la proprietaria di 4mila film e 17mila programmi tv. “Il vero valore finanziario alla base di questo accordo è la proprietà intellettuale del vasto catalogo che abbiamo intenzione di reimmaginare e sviluppare insieme al talentuoso team di MGM”, ha affermato Mike Hopkins, vicepresidente senior di Prime Video e Amazon Studios, i due comparti per serie tv e film del colosso dell’e-commerce. ″È molto eccitante e offre così tante opportunità per uno storytelling di alta qualità”. Con questo investimento l’azienda decide di sfidare su nuovo piano Netflix e Disney+, dopo il lancio del già citato Prime.

All’interno del catalogo della MGM ci sono, tra le altre cose, i film di James Bond, il canale premium della pay-TV Epix e diversi reality show come Shark Tank, Survivor e The Real Housewives. Non fanno parte del catalogo MGM perché sono stati venduti alla Warner Bros due dei più grandi capolavori del cinema, i film “Il mago di Oz” e “Via col vento”.

Amazon già da tempo sta investendo in settori diversi da quello delle-commerce nell’ottica di differenziare il proprio business. L’acquisto della Metro GoldwynnMayer è il secondo grande investimento degli ultimi anni: la società di Bezos nel 2017 aveva investito ben 13,7 miliardi di dollari per acquistare Whole Foods, società che nel 2019 gestiva 500 supermercati tra Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito. Il Ceo di Amazon Jeff Bezos ha sottolineato che questa tipologia di investimenti, effettuata nel corso degli anni, rafforzano il concetto del  flywhell effect che da sempre l’azienda segue.

 

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia